The Artist – L’Artista

n0906_de_luigi_artista Giuseppe De Luigi è un artista italiano che ha ispirato la propria opera all’utilizzo della luce e dei colori.Nasce a Stradella di Bigarello, in provincia di Mantova, il 4 ottobre 1908 Giuseppe De Luigi is an Italian artist who drew his inspiration from a clever use of light and colours. He was born on October 4, 1908 in Stradella di Bigarello near Mantua

 

La sua opera è sapientemente descritta dal critico Renzo CortinaGiuseppe De Luigi nasce con il Futurismo e ad esso si ispira, in special modo all’aeropittura tanto da essere inserito da Sandro Bini nel volume Artisti delle prestigiose edizioni de “Il Milione” nel 1932. I suoi esordi, appena diciassettenne, invero abbracciano la scultura, primo approccio alle arti visive, passando dall’affresco per giungere alfine alla pittura. Memore della lezione tardo futurista e delle esperienze artistiche del Decò e di Novecento giunge ad una definizione della propria pittura in concomitanza con il trasferimento a Milano nel 1952. E della pittura lombarda è intrisa la cifra stilistica che lo caratterizzerà sino alla fine.Accarezza il Chiarismo senza però appartenervi a pieno titolo, piuttosto percepisce la volumetria delle forme tramite il colore formato dalla sua rarefatta e tipica scelta cromatica, i verdi, le ocre, i rosa, i blu, il bianco lattiginoso delle brume padane The critic Renzo Cortina describes De Luigi’s work wisely:
“ He begins as a futurist and Futurism inspires his ‘aeropittura’ so deeply that he is even mentioned by Sandro Bini in the volume ‘Artisti’ of the celebrated 1932 edition of ‘Il Milione’. Actually, he is only seventeen years old when he takes his first steps in the visual arts as a sculptor, then he tests frescoes and finally he comes to painting. While moving to Milan in 1952, he succeeds in defining his personal manner of painting, grateful to late-futurist school and to ‘ Decò’ and ‘Novecento’ artistic experiences. Painting of Lombardy can be considered the distinctive mark of his style until his death; he approaches ‘Chiarismo’ without fully joining it, he sizes shapes by using rarefied colours – green, ochre,rose,blue, milky white of the typical mist in the Po valley-.”
Biografia Biography
Fin fa piccolo rivela una particolare attitudine al disegno e presto si cimenta con l’acquarello, la pittura ad olio e crea sculture in cera ed in gesso. Nel 1924 gli viene concesso di frequentare Palazzo Ducale a Mantova dove può studiare le opere di Andrea Mantegna, Giulio Romano e dei grandi maestri che vi hanno lavorato nei secoli e, dove sotto la guida degli artisti addetti ai restauri, apprende la tecnica dell’affresco.
Dal 1926 al 1930 si aggiudica le borse di studio del comune di Bigarello e dell’Istituto Giuseppe Franchetti per seguire corsi di pittura a Firenze. A Fiesole apprende presso una “bottega” l’arte della ceramica.Al rientro a Mantova inizia la sua vicenda artistica partecipando, nel 1931, alla “Prima Mostra Provinciale d’Arte” con due opere. Nel 1932 è incluso con un saggio nel volume “Artisti” edizioni “Libreria del Milione” Milano – 1932-XI, con gli artisti Manzù, Tomea, Sassu, Lorenzetti e Giorgi. Nel 1936 apre con lo scultore A. Seguri uno studio di pittura e scultura in via Bellalancia.Sposa nel 1938, Giulia Danesi. Dalla loro unione nascono 4 figli.

La guerra, nel 1943, costringe la giovane famiglia a trasferirsi a Castel Goffredo, dove si trattiene fino al 1952, anno di trasferimento a Milano, dove De Luigi si inserisce nella vita artistica della città che, negli anni, lo colloca tra i protagonisti dell’arte del Novecento. Frequenta le numerose gallerie ed istituzioni artistiche della città, ordina mostre personali, partecipa ad importanti collettive, (*) viene inserito in prestigiose pubblicazioni artistiche, riceve premi e segnalazioni di merito.

Dopo la sua morte, l’8 febbraio 1982 a Genova, si succedono numerose ordinazioni di mostre personali , inviti ad importanti rassegne ed inclusioni in studi eminenti da parte di critici ed istituzioni d’arte. Numerose sue opere vengono accolte nei principali musei e fondazioni della sua città natale.

From his childhood, he shows a particular aptitude for drawing, he early tests his skill for water-colour, oil-painting , wax and plaster sculptures. In 1924 he can attend Palazzo Ducale in Mantua where he studies the masterpieces of those great artists who operated there in the past, above all Andrea Mantegna, Giulio Romano. He learns the technique of fresco under the direction of important restorers.
From 1926 to 1930 he wins scholarships of the town-council of Bigarello and of the Institute Giuseppe Franchetti; in this way, he can follow painting courses in Firenze. At Fiesole, he learns the art of pottery in a workshop. Coming back to Mantua, he begins his artistic life. In 1931 he exhibites two works at the “Prima Mostra Provinciale d’Arte”; in 1932 he is mentioned in the volume “Artisti” edited by “Libreria del Milione” 1932-XI, togheter with Manzù, Tomea, Sassu, Lorenzetti, Giorgi. In 1936 he opens a studio with the sculptor A. Seguri in Bellalancia Street.
In 1938, he marries Giulia Danesi and they will have four children.
In 1943, the war forces the young family to move to Castel Goffredo. Later, in 1952, they come to Milan. De Luigi takes part in the cultural life of this town, becoming a protagonist of the Nineteen century art: he attends art galleries, cultural institutions, he makes exhibitions, he is present to collective art shows, he is quoted in remarkable artistic publications, he is given awards and receives great appreciations.
He dies on February 8, 1982 in Genoa. His works are still in great demand from critics and artistic institutions.
In the town where he was born, a considerable number of his paintings can now be seen and appreciated in museums and foundations
Questo sito è dedicato al padre dalla figlia Elena This site is dedicated to Giuseppe by his daughter Elena.

 

 

Altre fonti: Wikipedia [leggi tutto]

a-foto-de-luigi-1936foto-de-luigi-1926

foto-de-luigi-anni50 a-foto-de-luigi-famiglia1943